Si è tenuto il Consiglio Comunale l’opposizione attacca la maggioranza Carte non chiare e non chiariscono i nostri dubbi.

Palazzo Mosti il consiglio comunale ha approvato il rendiconto di gestione 2016. Diverse le critiche da parte dell’opposizione per i numeri inseriti nel documento contabile.
Italo Di Dio, consigliere del gruppo “Del Vecchio Sindaco”: “Emergono dati strani. Si prevedono incassi di cinquanta milioni per i rifiuti, ma in realtà se ne incassano tredici. Cosa si è fatto per migliorare questa situazione?”

Anche l’ex Sindaco, Fausto Pepe è intervenuto con durezza : “Il dissesto non era negli atti, e il consuntivo lo dimostra. Poi ci sono errori enormi: come quello di sospendere la gara sulla riscossione delle entrate, per poi riprenderla. Non è stata fatta la vendita degli immobili, e si è praticamente fermi su tutto. Nel triennale delle opere pubbliche sono state inserite 72 opere, mi domando quando si faranno. Si sta facendo solo comunicazione mediatica, per quanto attiene a quella amministrativa siamo allo zero”. Pepe è intervenuto anche sulle tre staffiste di Mastella: “Dispiace allontanare delle professionalità, ma hanno fatto anche ricorso al Tar contro il comune: è opportuno che restino nelle stanze del Comune?”. De Pierro, capogruppo Pd ha attaccato l’assessore al Bilancio Serluca: “C’era una strada alternativa al dissesto. Nel consuntivo, non potendo motivare tecnicamente, si inseriscono residui inattendibili. L’assessore ha fatto un copia incolla. In più sui residui la giunta ha approvato, ma non c’è il parere dei revisori”. Ed intanto Mastella manda una nota di forte compiacimento per esser intervenuto con i Della Valle per la riconferma del calciatore Venuti nel Sannio. Ma qualcuno gli vuole spiegare che deve fare il Sindaco e risolvere i problemi della città.

E sulla questione stadio sia Carmine Valentino che Raffaele Del Vecchio rispondono alla maggioranza che non aveva condiviso la presenza di Mortaruolo ( PD ) al Vigorito.
Del VECCHIO “Mortaruolo è meritevole di un plauso, altro che strumentalità” “Trovo che l’intervento dei consiglieri comunali Lauro e Paglia in merito all’interessamento del Consigliere regionale Mino Mortaruolo sullo stadio Ciro Vigorito sia assolutamente fuori luogo. Il più grande limite che il Sannio ha registrato storicamente è la totale incapacità dei suoi rappresentanti istituzionali di fare squadra, di concorrere, ognuno nel suo ambito, a massimizzare le opportunità per il territorio. Sempre l’uno contro l’altro, sempre pronti a intestarsi il primo comunicato stampa per attribuirsi qualche merito. Penso che l’impegno di Mino Mortaruolo per lo stadio, attraverso interlocuzioni con il presidente De Luca lontane dal clamore mediatico, sia meritevole di plauso e nulla toglie a quanto altri stanno facendo in tal senso, a iniziare dall’Amministrazione comunale. La serie A ha rafforzato nella comunità sannita l’orgoglio e il senso di appartenenza al territorio e sarebbe opportuno ritrovare questi sentimenti anche tra i rappresentanti istituzionali”.

Carmine Valentino Segretario Provinciale Pd sull’argomento: “Le parole dei consiglieri comunali di Benevento Luca Paglia e Enzo Lauro non aiutano la ‘causa dello stadio’, non aggiungono nulla agli sforzi di chi si sta realmente impegnando per cogliere l’opportunità del Benevento Calcio in serie A e rappresentano una grave mancanza di rispetto verso l’istituzione Regione. Il silenzio, nel loro caso, sarebbe stato costruttivo”. La strada da seguire invece è proprio quella tracciata con l’incontro in Regione tra il presidente Vincenzo De Luca, il consigliere Mino Mortaruolo e la società giallorossa. E’ necessario oggi lavorare tutti assieme affinché si possa intervenire quanto prima per realizzare le infrastrutture a supporto dello stadio e adeguare l’impianto. Noi come Partito Democratico, faremo tutto il possibile, e ne è dimostrazione l’impegno profuso dal consigliere regionale Mino Mortaruolo che come segretario voglio ringraziare. La politica sia supporto in questo momento alla società del Benevento Calcio e non crei invece tensioni inutili. Il sogno è diventato realtà, adesso va fatto tutto il possibile affinché Benevento ed il Sannio possano viverlo appieno”.

author