Rogo Italprint: ” condanna 5 anni per notaio e 4 anni legale rappresentante”

Cinque anni al notaio Vito Antonio Sangiuolo e quattro a Antonio Muraglia socio e legale rappresentante della ‘Italprint’
Questa la sentenza pronunciata al termine del processo, per il rogo che otto anni e mezzo fa aveva distrutto l’azienda, della ‘Italprint’. Incendio doloso le accuse a loro carico. L’incendio avvenne il 29 giugno del 2008, distrussero l’azienda Italprint, un’industria grafica. Enormi le conseguenze causate dall’episodio, ci fu il sequestro conservativo di beni immobili e conti correnti fino alla concorrenza della somma di 8 milioni e 300mila euro. L’importo erogati nel 2005, di un contributo a fondo perduto di di 9 milioni e 300mila euro di cui l’azienda avrebbe beneficiato su un investimento complessivo di 13 milioni e 600mila euro. Una misura patrimoniale adottata a garanzia di un presunto danno erariale, ancora al centro di un giudizio. Ora la condanna. Redazione

author
No Response

Leave a reply "Rogo Italprint: ” condanna 5 anni per notaio e 4 anni legale rappresentante”"