Problema casa in città: politiche sociali inesistenti. Il caso di Iolanda Lombardi

La città ed i suoi problemi. Storie di quotidiana invivibilità. Disagi che pensavamo fossero alle nostre spalle ed invece rimbalzano prepotentemente all’attenzione della cronaca giornalistica, quella che non vorremo mai raccontare. Il problema della casa c’è a Benevento. Sono in molti a vivere questa problematica, purtroppo nell’indifferenza delle Amministrazioni. Il Comune di Benevento, sordo con il suo assessorato alle politiche sociali, retto dalla Patrizia Maio. Pensavamo che con l’era Fausto Pepe certe musiche stonate non le avremo ascoltate più ed invece è proprio delle ultime ore l’ennesima protesta. Dinanzi all’Assessorato di Viale dell’Università una donna di 45 anni, leva la voce in maniera determinata per rivendicare il diritto a vivere in una casa salubre e dignitosa. Ora è in via Nuzzolo, tra le più alluvionate nel 2015. Nessun intervento di ripristino. Nessuna attenzione da chi di dovere. Ci siamo stati in quella casa, in piena campagna elettorale, quando tutti sembravano ricordarsi degli alluvionati e dei loro problemi. Immediatamente posti nel dimenticatoio dopo il risultato elettorale che li ha consacrati amministratori di questa città, piena di ferite. Ma Iolanda Lombardi non ci sta e con la grinta di un uomo, piuttosto che leccarsi le ferite, stamane ha raggiunto i Servizi Sociali ed ha dato sfogo alla sua legittima protesta. 45mq, umidità ovunque, addirittura muffa, in tre con patologie alle vie respiratorie. Insomma una situazione a dir poco insostenibile. Una casa al limite della vivibiltà. Risposte zero. Tutti chiusi nell’assessorato, incapaci di dare una risposta Iolanda, se non quella di chiamare le Forze dell’Ordine. E’ questo il massimo sforzo della Giunta Mastella, nel 2017.
Vittoria Principe

author
No Response

Leave a reply "Problema casa in città: politiche sociali inesistenti. Il caso di Iolanda Lombardi"