Posto di blocco, non si fermano ALT. Ne nasce un inseguimento.

E’ avvenuto poco prima delle 17:00, sulla SS 372, la Fondovalle Isclero. Gli agenti della Volante del Commissariato di Telese Terme hanno ingiunto l’alt all’auto in transito, un’Alfa Romeo 156 station wagon con 5 persone a bordo (ma a parere degli agenti potrebbero essere anche 6). Il guidatore non si è fermato ed i poliziotti hanno intrapreso un inseguimento. La corsa è finita all’altezza sulla Fondo Valle Isclero uscita San Giovanni per Telese, a seguito di un incidente. L’auto, infatti, dopo un testacoda, si è schiantata contro un muraglione ed è stata abbandonata dagli occupanti che si sono dileguati – a volto coperto – per le campagne circostanti, riuscendo al momento a far perdere le loro tracce.

Che sulla vettura viaggiassero dei malviventi è stato confermato anche dal ritrovamento, al suo interno, di una pistola calibro 765, arnesi atti allo scasso ed alcuni indumenti. La Polizia ha immediatamente attivato un’ampia battuta – al momento ancora in corso – per rintracciare e fermare i fuggitivi. Nella battuta sono impegnati più equipaggi della Squadra Mobile di Benevento e del Commissariato di Telese. Sul posto, a sovrintendere alle operazioni di ricerca, è presente il vice questore Emanuele Fattori, capo della Mobile. La Polizia Scientifica eseguirà gli esami tecnico scientifici sull’auto e sugli oggetti ritrovati al suo interno.

L’Alfa 156 – risultata esser stata rubata a settembre a Melito di Napoli – era stata notata dal Concessionario Aceto dinanzi alla propria abitazione, nei pressi della Fondo Valle Isclero, prima dell’uscita Telese San Giovanni. Il ritrovamento di bigiotteria di modico valore a bordo della vettura e la segnalazione del concessionario, fanno ipotizzare che i malviventi stessero per mettere a segno qualche colpo, piuttosto che essere reduci da qualche scorribanda.

author