Il Partito Democratico, dal tutti contro Mastella alle nozze con Mastella.

“Quello che vale per Benevento non vale per Sant’Agata de’Goti!”  la federazione sannita di Sinistra Italiana, dopo i fatti di Sant’Agata dè Goti, che hanno visto la caduta dell’ultimo comune governato da una donna e del PD.

È incredibile – prosegue la nota – vedere come ciò che veniva rimproverato nella gestione della crisi a Palazzo Mosti, la mancanza della discussione nei luoghi deputati, il consiglio comunale, si ripeta a parti invertite (o forse in una unione ritrovata) proprio nel comune di Sant’Agata de’ Goti, dove il segretario provinciale del Partito Democratico guida la congiura notturna contro un proprio sindaco appena eletto.

Ancora una volta il partito democratico trova il modo per alimentare le voci di una desistenza, quando non proprio di un vero accordo, con Clemente Mastella.

Sembra passata un’era geologica, e invece sono pochi mesi, da quella riunione in cui si evocava il “campo largo” delle forze antimastelliane, che avrebbe dovuto agire in città come nei comuni della provincia senza dimenticare le regionali. E invece pare si sia già pronti ad accogliere il nemico giurato nella coalizione a sostegno di De Luca alle regionali, e le mosse di questi giorni sono uno dei primi passi“.

author