#avantidonne Vittoria Principe,“ una confusione e una baraonda accompagnano l’azione politica a Palazzo Mosti”.

Con l’inizio della settimana la stampa riporta interessanti spunti politici e dopo una attenta lettura non possiamo non intervenire, per spiegare il clima che si respira nel Palazzo Comunale.

1) Un sito online ( gazzettabenevento) riporta in un articolo che …visto che dopo le elezioni provinciali i “ i conti non tornano” alla colazione del centro destra, per un indisciplinato consigliere che non avrebbe votato secondo “ ordine” si afferma: “La caccia e’ finita. Il consigliere comunale che ha votato in difformità dalle indicazioni avute sarebbe stato individuato “ che Mastella, sempre come riporta l’art. ha voluto rassicurare la Consigliera Tommaciello al termine delle “ indagini” visto che in un primo momento si era pensato che fosse Lei il “ franco tiratore”.
La notizia così riportata è di una gravità incredibile, visto che il diritto al voto è costituzionalmente riconosciuto come esercizio di libertà, a qualunque livello esso venga praticato. Appare strano, che qui si parli di “indagini”, ansie provocate dal voto, rassicurazioni sulle “colpevolezze”, insomma tutto appare tranne che garantire il principio della libertà e della democrazia.

2 Argomento: per la vicenda Pini al Viale Atlantici si nomina una commissione di esperti.
E’ quanto afferma l’assessore pro tempore all’ambiente Luigi De Nigris. L’iniziativa si sviluppa “ per evitare continue azioni di strumentalizzazione politica”. Una iniziativa di consulto che a nostro parere doveva avvenire nella fase iniziale e non adesso dopo aver già tagliato alberi secolari. Quindi, la costituzione di una commissione appare del tutto fuori luogo e di certo non andrà a ripristinare lo scempio presente sul Viale degli Atlantici con qui tronchi mozzati in bella vista. Si è deturpato un Viale dalla bellezza inestimabile. Ed ancora, quanto costerà questa commissione? Chi ne farà parte? Quando partirà il bando di selezione? Oppure sarà il solito carrozzone su cui si imbarca di tutto? Sono queste le domande cui la comunità vuole risposte.

3 giornate ecologiche al Rione Libertà.
Sono iniziative che rispuntano all’improvviso, come i compiti a piacere che si svolgevano in classe. Infatti, l’ultima risale a quando in Giunta vi era l’ex Russi, 2017, assessore all’ambiente che in risposta all’associazione Altrabenevento dichiarava: Giornate ecologiche interesseranno gran parte delle città”. Iniziative nate con lo scopo di educare, promuovere il rispetto e mantenimento del verde e non solo, non producono l’effetto sperato, considerato che si tratta di iniziative sporadiche, prive di rilievo e con scarsa partecipazione, se non sollecitati, che restano solo dei sfuocati ricordi negli obiettivi dei fotografi. Le politiche ambientali sono altre, anche la sensibilizzazione dell’argomento va affrontato a partire dagli asili e scuole elementari con politiche coinvolgenti altrimenti è solo una perdita di tempo. Anche le chiusure al traffico nei rioni assume sempre più la connotazione di iniziative dal sapore quasi “sadico” sulla pelle dei cittadini. Ci diano i dati di inquinamento rione per rione, se in possesso, non si applichi in modo sic et simpliciter le chiusure al transito delle auto, appare sempre più di assistere ad un gioco per chiudere e aprire.

Foto web. 

author
No Response

Leave a reply "#avantidonne Vittoria Principe,“ una confusione e una baraonda accompagnano l’azione politica a Palazzo Mosti”."