Venezia – Benevento : Mister Vecchi scopre il Ponte dei Sospiri.

foto da web.

Lo stadio di Pier Luigi Penzo di Venezia si è trasformato per una sera nel Ponte dei Sospiri per i supporter veneziani accorsi sugli spalti. Un Venezia che nel primo tempo poco ha compreso di quello che le stava accadendo. I “sgugnizzi” beneventani che scorazzavano da tutte le parti mettendo in mostra condizione fisica e ottime giocate che di fatto hanno “imbambito” i calciatori casalinghi e fatto sospirare i tifosi. Quasi tutto alla perfezione. Sintonia tra i reparti con delle folate offensive che hanno provocato del gelo sugli spalti del Penzo. Un secondo tempo dove la squadra è scesa in campo convinta di aver già chiuso la partita vista la netta supremazia del primo tempo. Così non è stato. C’è stata la reazione del Venezia che ha tentato di ribaltare il risultato del primo tempo accorciando le distanza e portandosi sul 1-2 a favore dei giallorossi.

Ma ancora un’azione tutta di prima in velocità sulla sinistra consegna ancora con il matador Bandinelli auore di una splendita doppietta nel primo tempo che corona con l’assist a Tello scrivendo la parola “THE END” e lasciando ai veneziani solo i “ SOSPIRI”. Anche il secondo goal ha reso qualche “sospiro in più” per i tifosi di casa ma non cambia il risultato. Ora avanti con la prossima.
A fine gara il commendo di Mister Bucchi felice ma anche critico per come la squadra ha gestito il secondo tempo. “Non possiamo concedere occasioni a causa di nostri errori e su questo bisogna migliorare in fretta, anche perché è da fessi rovinare quanto costruito in questo modo. Maggio? Come tutti è umano.

Ci sono dei momenti all’interno di una partita in cui si possono commettere degli sbagli. Ha giocato un po’ condizionato a causa dell’ammonizione, ma credo che il suo atteggiamento sia stato estremamente positivo così come quello di tutta la squadra.” “E’ un successo meritato, ma queste gare vanno chiuse prima con maggiore cattiveria.

 

author
No Response

Leave a reply "Venezia – Benevento : Mister Vecchi scopre il Ponte dei Sospiri."