Si spacciava per la sorella di Cantone. Arresta un avvocato. In manette anche una Sannita.

Diceva di essere la sorella del presidente dell’Anac, il magistrato Raffaele Cantone, e vantandosi di questo avrebbe raggirato le sue vittime: con l’accusa di truffa aggravata, i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato l’avvocato Maria Virginia Cantone, 53enne di Cervinara (Avellino), e denunciato altre due persone, un disoccupato di 58 anni di Cervinara, e una pensionata 70enne di Cautano (Benevento).L’avvocato Cantone, che secondo l’accusa avrebbe truffato alle sue vittime foggiane circa 41.000 euro, – si legge dall’agenzia – è stata fermata subito dopo aver ricevuto una busta contenente 14 mila euro da due delle cinque sue vittime foggiane.

Secondo le indagini, una coppia nel marzo scorso era stata avvicinata da Cantone (ha uno studio anche a Montesarchio) presso un cantiere edile in provincia di Campobasso, dove erano in costruzione alcune abitazioni, una delle quali era stata da loro acquistata. In quella circostanza, la presunta truffatrice aveva fatto credere loro che la società edile fosse sull’orlo del fallimento e che loro, quindi, sarebbero rimasti senza casa.

A quel punto lei stessa si era offerta per tutelarli contro la ditta, assicurando che il fatto di essere la sorella di Raffaele Cantone le riservava un trattamento di riguardo in tutti i Tribunali d’Italia. Era così iniziato un rapporto basato sulla fiducia e la gratitudine per aver evitato una truffa, proseguito poi con uno scambio reciproco di atti di Tribunale e denaro per proseguire la causa.

author
No Response

Leave a reply "Si spacciava per la sorella di Cantone. Arresta un avvocato. In manette anche una Sannita."