Riflessioni in LIBERTA’ ( 3 ) ……Palazzo Mosti : quando il giornalista sa anche ammettere i suoi “errori”……

Nell’articolo precedente ci eravamo lasciati così : p.s. Chiediamo scusa se c’è qualche dimenticanza nella ricostruzione ma in questa GIUNGLA è difficile orientarsi.
Orbene, Or dunque, Pur tuttavia, quando si è distratti, ( ma ci sono le attenuanti ) bisogna ammettere le proprie disattenzioni e chiedere anche scusa, a tutti i residenti del Palazzo, quello Mosti, e a tutti i lettori. Nella ricostruzione delle nomine conferite, tra passaggi di schieramento politici, da opposizione a maggioranza, annunci “Shock” giornalieri, della serie “lascio le deleghe, lascio la maggioranza” per poi ritrattare subito nel giro di poche ore sempre allo stesso giornalista di turno compiacente e prono agli scoop giornalistici, creati ad ok, ci siamo dimenticati di un altro “noto esponente politico” che, fulminato sulla “Via di Damasco”, è approdato alla corte del Sindaco Pro tempore Clemente Mastella di Ceppaloni. Tale, noto personaggio politico, da sempre si è contraddistinto per le forti idee di sinistra, quelle più estreme, tant’è che, dopo una confusa apparizione tra gli scranni del Consiglio Comunale di Benevento, partendo dalla elezione nelle liste dei Leali per Benevento, per poi aderire al PD, per poi dichiararsi autonomo, per poi ritornare verso SEL per giungere alle elezioni del 2016 quando ha capeggiato la lista civica, in gran parte composta da esponenti della sinistra radicale, “Fa Bene” con candidata sindaca Federica De Nigrs, appunto la lista più lontana da quelle di centrodestra, approda appunto da Mastella.

Stiamo parlando del Dott. Mario Zoino, che il Sindaco Pro tempore Clemente Mastella, il 28 Novembre 2017, in una conferenza stampa annuncia, oltre alle deleghe al Consigliere di Forza Italia Dott. Giovanni ( detto Nanni) Russo al personale, quelle al Mario quale delegato “ alla trasparenza e legalità”. Si dice che la nomina sia del tutto priva di compensi, e su questo non abbiamo dubbi, ma la domanda come diceva Lubrano, sorge spontanea : Dov’è Zoino a tutt’oggi? Cosà prodotto? Cosa sta analizzando? Che senso sta dando in termini di contenuti e pratici al ruolo conferitogli? Quali resoconti ha prodotto? Eppure si fregia di una nomina amministrativa che, comunque, porta sempre dei benefit, quantomeno in termini di immagine. Forse, Zoino, non ha ben compreso il ruolo da cui è stato investito. Si tratta di mettere il “becco” in tutti gli atti dell’amministrazione, di verificare le procedure, i bandi gara, incarichi e consulenze e di renderli fruibili e visibili a tutti, insomma un ruolo di grande importanza e di forte impatto. A tutto ciò, dobbiamo aggiungere la volontà del Mastella di spacchettare le deleghe, creare sovrapposizioni ( vedi anche al Verde con Feleppa consigliere delegato e De Nigris Assessore ) anche in questo caso con l’assessore Felicita Delcogliano che, come risulta ancora oggi dal sito del Comune di Benevento, è in possesso delle stesse deleghe assegnate allo Zoino, dimenticanza o confusione??? Noi abbiamo la netta sensazione che ci sia una regia e una volontà precisa nel creare quante più “poltrone o strapuntini” possibili. Ed ecco le attenuanti che ci vanno riconosciute, vi assicuriamo che è più facile ripercorrere le tappe del Giro di Italia che questi due anni di amministrazione Mastelliana. Noi vorremmo che questa Babele finisse qui, ma purtroppo sappiamo che fino al 2021 il tempo è lungo, oltre ad essere tre anni caratterizzati da importanti appuntamenti elettorali.

author
No Response

Leave a reply "Riflessioni in LIBERTA’ ( 3 ) ……Palazzo Mosti : quando il giornalista sa anche ammettere i suoi “errori”……"