Molinara: taglio del nastro per la riapertura della Ponte Orsara – Cupe che collega Molinara e San Giorgio la Molara

Sabrina Mariana Goglia

Stamane sull’arteria comunale che collega Molinara e San Giorgio la Molara si è svolta la cerimonia inaugurale per la riapertura del ponte Orsara – Cupe sul torrente Tammaricchio, distrutto dall’alluvione avvenuta nella notte del 15 ottobre 2015.
Claudio Ricci, Presidente della Provincia di Benevento, ha dichiarato che la sua non vuole essere una presenza formale ed effimera bensì una garanzia per una subordinazione delle parole rispetto ai fatti.
Fiducioso, Ricci ha spiegato che Benevento, con una grande sinergia che ha coinvolto tutti i Comuni, è stata la provincia che ha lavorato di più e meglio nel presentare alla Regione Campania un pacchetto di progettazioni e protocolli d’intesa circa la viabilità provinciale e le infrastrutture per un ammontare che supera gli 80 milioni di euro.
“Noi non abbiamo abbandonato un solo metro di territorio provinciale: tutte le zone sono state interessate da una nostra progettazione” ha precisato, mostrandosi ottimista riguardo ad una risposta positiva da parte della Regione, che in questi giorni è impegnata proprio nella valutazione delle proposte.
Ha assicurato, inoltre, che sono state attivate tutte le pressioni legittime dei territori affinché la Regione non si mostri più “matrigna” nei confronti dell’entroterra come in passato, perché la Campania è composta anche dalle zone interne, l’avellinese e il
beneventano, che hanno necessità di ricevere riscontri positivi e di essere guardate con occhio più benevolo.
Ha infine specificato che come provincia, Benevento ha speso tutto ciò che era stato stanziato per le alluvioni, completando tutti i lavori tranne quelli sul ponte sull’Ufita, riuscendo in questo modo a fare realmente qualcosa di valido. ​
Nella sinergia tra i Comuni e i cittadini che sostengono le amministrazioni Ricci vede l’unica strada per progredire e per andare avanti, perché non “abbiamo bisogno di tante parole ma di tanta atti concreti e tanta buona volontà”.
Una grande presenza territoriale ed amministrativa è stata registrata in occasione dell’evento, testimonianza di un momento atteso ormai da anni, come ha fatto notare il Sindaco di Molinara, Giuseppe Addabbo, ringraziando i Sindaci di Pesco Sannita, di Reino,
di San Giorgio La Molara, di Campolattaro, di Baselice, di Fojano, il Capitano De Marco, il Consigliere Provinciale Giuseppe Ruggiero e il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri Col. Alessandro Puel.
Dall’ ottobre del 2015 quotidianamente Molinara ha fronteggiato problematiche derivate dalla tragedia: continue frane ed erosioni nell’alveo del Tammaricchio, -affluente del Tammaro, che creò problemi nella zona del Ponte Valentino a Benevento-, in quelle
spondali, crollo completo della strada, accumulo di massi calcarei, depuratore comunale completamente disintegrato dalla ferocia della pioggia di quella notte.


“Ma il popolo sannita ha reagito nel modo migliore possibile” ha affermato il Sindaco Addabbo, raccontando di come Molinara si adoperò con costanza per approntare le diverse istruttorie, che videro subito riconosciuto il finanziamento per il ponte per un
totale complessivo a base d’asta di 395.000,00 euro circa , ma non per il depuratore a causa di problemi a carattere urbanistico e logistico.
La Ditta Barone e Sauro Costruzione si aggiudicarono l’appalto per un incarico che ha agevolato questi territori a livello pratico ma anche estetico perché è stato fatto un lavoro di riqualificazione, di rigenerazione ambientale, che va preso come esempio per tutta la provincia e la regione. ​

Addabbo ha ringraziato il commissario Grimaldi, il Genio Civile di Benevento nella persona del Dott. Giuseppe Travia, il Comune di San Giorgio La Molara per la collaborazione fattiva, il progettista, Ing. Antonio Pacifico, il direttore dei lavori, Ing. Sauchella, l’Ufficio
tecnico del Comune di Molinara per l’impegno nella persona dell’Arch. Angelo Gentilcore, i collaboratori vari.


“Il taglio di questo nastro, azione apparentemente banale, nasconde invece tanto lavoro e rappresenta un’opera importante perché il disagio che il blocco di quest’arteria ha creato alle due comunità di Molinara e di San Giorgio La Molara non può essere dimenticato” ha
affermato il Sindaco.
“Questi sono mesi critici per quanto riguarda la viabilità ma soprattutto in questi momenti occorre riconoscere l’impegno ed i passi avanti fatti” ha precisato inoltre, citando l’ apertura della Fortorina che tanto ha significato per Molinara e l’impegno dell’On. Del Basso Decaro per la programmazione fatta al Ministero con l’Anas, che ha permesso di appaltare la variante della Fortorina di San Marco de’ Cavoti, che con una bretella verrà collegata anche a Molinara sull’asse che porterà la Fortorina fino a San Bartolomeo in Galdo.
Il Sindaco di San Giorgio La Molara, Nicola De Vizio, ha infine illustrato quanto la tenacia, la grinta, la partecipazione e la collaborazione siano state significative per realizzare un’opera
fondamentale, che ha ricomposto un’arteria di vitale importanza per due comunità.

author
No Response

Leave a reply "Molinara: taglio del nastro per la riapertura della Ponte Orsara – Cupe che collega Molinara e San Giorgio la Molara"