Matteo Renzi ” Spiazza la minoranza. Congresso e poi voto”

Della serie avete voluto la bicicletta….e ora pedalate. In sintesi è questa la mossa di Matteo. Volevate il congresso ed io dico si! Poi chi perde, usando una metafora calcistica, non scappa con il pallone. Ma resta e si rimette alle decisioni del Partito.

La pace non c’è stata. Forse non era possibile che ci fosse, ma di certo qualcuno ci sperava. La sfida la minoranza la sposta sui tempi, prende tempo forse per organizzarsi visto che i sondaggi danno nettamente avanti Matteo. Renzi sembra aver rinunciato alla richiesta di elezioni anticipate a tutti i costi solo per spostare l’accento sul congresso «subito»: per la minoranza è una mossa altrettanto inaccettabile. Perché teme – non a torto – che le primarie finirebbero con l’incoronazione dell’ex premier: in fin dei conti, nel partito resta il nome più forte. Per organizzare l’alternativa, l’opposizione interna ha bisogno di mesi: deve organizzare le fila e poi pensa che nel medio periodo la popolarità di Renzi potrebbe ulteriormente calare, qualche spezzone della sua maggioranza potrebbe mollarlo e, chissà, le sue riforme potrebbero perdere qualche pezzo. Tutte supposizioni, intrighi, congiure per fermare l’unica novita politica emersa con forza negli ultimi anni. Renzi, può anche non piacere ma certo è che mai il PD si era assestato su alti percentuali,40.08%, che se applicata così come la riforma elettorale potrebbe portare il PD di nuovo al Governo nazionale, senza per questo rifare alleanze di larghe intese. Ma tutto questo dicevamo, sono teoremi, un dato è certo il congresso si farà! L’assemblea che dovrà decidere i tempi è stata convocata il countdown è iniziato. Redazione ELLETVWEB.

author
No Response

Leave a reply "Matteo Renzi ” Spiazza la minoranza. Congresso e poi voto”"