Lega Salvini a Benevento è già guerra tra i gruppi, Vuollo Castiello contro Cantalamessa e Ricciardi.

Sono appena terminate le elezioni europee che nel Partito della Lega si è scatenata una vera guerra, una rivolta. Tutti contro tutti, Sottosegretari Parlamentari europei, Onorevoli del Parlamento Italiano, Segretari Regionali e Provinciali, nuovi adepti, insomma è una guerra, si è in guerra. E questo era facilmente immaginabile visto i soggetti. E a Pietrelcina che viene lanciato il guanto di sfida. Una sfida di altri tempi, politica, con fazioni apertamente esposte. Ora spetta al Ministro degli Interni redimere la vicenda. Salvini, non è che deve applicare il decreto sicurezza, ora?

In una sala gremita in ogni ordine di posti si è svolta ieri sera Giovedì 6 giugno presso l’Hotel Lombardi a Pietrelcina, l’incontro con gli elettori, i simpatizzanti e i cittadini che hanno sostenuto nel Sannio, la neo europarlamentare Lucia Vuolo, accolta da una ovazione e da un interminabile applauso. A porgere il benvenuto, come nei precedenti incontri tenuti nel Sannio dalla neo parlamentare, è stato Antonio Verga che ha introdotto l’incontro con la metafora calcistica del celebre allenatore serbo Vujadin Boskov – squadra che vince, non si cambia – con un chiaro riferimento alle presentazioni dei precedenti incontri nel Sannio, il primo di presentazione dei candidati del 6 maggio a Pietrelcina sempre presso l’Hotel Lombardi e l’altro per l’apertura della
sede elettorale della Lega a Benevento l’11 maggio scorso. Nel saluto ai presenti Verga ha ringraziato Sindaci, e Vice sindaci, assessori, consiglieri comunali, salutando in sala il sindaco di San Martino Sannita Angelo Ciampi, il sindaco di Fragneto l’Abate e consigliere provinciale
Lucio Mucciacciaro, il Vice sindaco di Ceppaloni e consigliere provinciale Claudio Cataudo, i tanti consiglieri comunali presenti il segretario provinciale dell’Ugl Alberto Lombardi e la sottosegretaria Pina Castiello che, per lo straordinario risultato ottenuto in Campania, si conferma
come la nuova leader politica in Campania. Un ultimo ringraziamento, prima di passare la parola alla neo eletta, Antonio Verga lo ha voluto riservare a quello che ha definito il preparatore del gruppo che ha sostenuto la Vuolo, Claudio Mosè Principe, per aver fatto correre in lungo ed in largo per l’intero Sannio tutti gli elettori della Lega per Lucia Vuolo. L’intervento di Verga si è concluso con un forte abbraccio con la neo parlamentare che simbolicamente ha inteso abbracciare
tutti i presenti in sala. La parola è passata quindi alla neo eletta che nel dirsi particolarmente colpita dall’affetto che il Sannio le ha riservato si è detta orgogliosa di sentirsi sannita sentendosi adottata dal calore con cui è stata accompagnata in questa campagna elettorale e salutando con particolare affetto quello che ha definito il suo Capitano nel Sannio, Claudio Mosè Principe. “Vi confermo che il mio primo atto sarà quello di aprire a Benevento una segreteria che costituirà il ponte di collegamento con Bruxelles, che costituirà uno sportello informativo delle risorse europee per il tessuto imprenditoriale delle aree interne della Campania.” La Vuolo ha poi fatto un ragionamento politico motivando il perché la sottosegretaria Pina Castiello, che la ha
accompagnata tenendola per mano in questa difficile campagna elettore, è la regina delle preferenza nel Sud, affermandosi come la vera leader regionale in Campania. “Sono stata eletta in Europa con oltre 41.500 voti e pur essendo risultata la prima in Campania con ben 36.814
preferenze – ha dichiarato la Vuolo – il Segretario regionale Gianluca Cantalamessa – che avrebbe dovuto sostenere tutti i candidati – non ha mai organizzato un incontro e non ha sentito l’orgoglio di indire nemmeno una conferenza stampa gli eletti al Parlamento Europeo, dimostrando tutta la sua inadeguatezza a condurre un grande Partito come la Lega. Allo stesso modo – ha continuato la ​Vuolo – pur complimentandomi con la candidata sannita per il buon risultato raggiunto, anche il segretario provinciale Luca Ricciardi ha dimostrato tutti i suoi limiti politici e dimostrandosi inopportuno quando per la mia venuta a Pietrelcina ho trovato tappezzato la cittadina di Padre Pio
di manifesti di ringraziamenti della candidata non eletta. Sono convinta che in Campania – ha concluso la Vuolo – il partito vada completamente ristrutturato e rinnovato per essere competitivi per la prossima tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio Regionale della Campania, che
merita una guida adeguata alle vere esigenze dei territori”.
L’incontro si è poi concluso con tanti abbracci, strette di mano e brindisi con tutti i convenuti, stappando casse di spumante Falanghina che hanno accompagnato un raffinato buffet, offerto dal titolare dell’Hotel, Vincenzo Lombardi.

author
No Response

Leave a reply "Lega Salvini a Benevento è già guerra tra i gruppi, Vuollo Castiello contro Cantalamessa e Ricciardi."