L’appello dei Costruttori Sanniti: Trasformare le risorse in Cantieri e favorire il riutilizzo delle materie in edilizia

Si è tenuta oggi la terza giornata del Costruttore presso Palazzo San Domenico (Rettorato TIl tema dell’innovazione è quello sempre più ricorrente non a caso nella sessione mattutina si è parlato di edilizia del futuro ma per avere un’edilizia del futuro bisogna creare i presupposti per un futuro del settore edile.
“Il nostro settore nel 2008 valeva il 30% del PIL Italiano, oggi vale il 10%.
Dal 2008 abbiamo perso 120 mila imprese e 720 mila dipendenti – spiega Mario Ferraro Presidente Ance Benevento. Per avere una proporzione è come se avessero chiuso i battenti 12 aziende come la Fiat in Italia. Il Nel mezzogiorno il peso della Burocrazia è il doppio di quello del resto d’italia. La strada maestra per la ripesa è quella di trasformare le risorse presenti (parliamo di 140 miliardi di risorse stanziati dai fondi strutturali) in cantieri. Partire dalla semplificazione del codice degli appalti sarebbe un primo importante passo per cercare di tornare alla normalità”.
Ha portato i saluti alla folta platea il Sindaco della città Clemente
Mastella.
“Per Filippo Liverini è necessario sperimentare formule nuove di
ricostruzione rimarcando il modello di grandi città come Milano per consentire alla provincia di Benevento di valorizzare le proprie potenzialità, per richiamare giovani, per rimettere in moto l’edilizia e per creare sistemi virtuosi di Sviluppo.”​
Ha portato i propri saluti Giovanni Conzo – procuratore Aggiunto presso Procura della Repubblica di Benevento che ha ricordato l’importanza di valorizzare le imprese sane.
“La III Giornata del Costruttore è un appuntamento centrale per mettere a fuoco le aspettative del nostro settore e per fare il punto sull’azione delle nostre associazioni territoriali – spiega Gennaro Vitale presidente Ance Regionale . Come organismo regionale, l’Ance Campania è stata presente per dare un contributo non solo di idee ma anche di fattiva collaborazione sui temi al centro di questa giornata, a partire dall’impatto
ambientale nel settore delle costruzioni e fino ai rapporti con
l’amministrazione regionale e sui temi caldi dei nuovi cantieri e del ruolo dei Comuni alla luce della asfissiante normativa prevista dal codice degli appalti.”
Su 550 comuni in regione solo 71 hanno approvato un Puc e su 140 miliardi di fondi a disposizione per infrastrutture solo il 9% è stato speso.
e questo dato lascia trasparire la necessità di una burocrazia più snella “Dalla visione di un futuro sostenibile di MG nasce il progetto di MGT – rac conta Alessandra Bellutti. per prestare la giusta attenzione ai nuovi trend del mercato dell’edilizia. Costruire con le tecnologie sviluppate da Manni Green Tech significa avvicinarsi sempre più alla prefabbricazione off-site, promuovendo una maggiore industrializzazione dell’edilizia con lo sguardo rivolto alla qualità, all’efficienza e alla sostenibilità dei materiali.”
Al fine di dare spazio agli ordini professionali degli Ingegneri e degli architetti sono state selezionati i progetti più innvativi.
Per gli Ingegneri Imma Collarile ha presentato il progetto innovativo sul tema “ la progettazione, installazione e gestione dei sistemi di monitoraggio anche sismici, durante la realizzazione dell’opera”
Per l’ordine degli architetti hanno presentato i progetti più innovativi: Paolo Riviezzo che è intervenuto su “ ECOCAPSULA: modulo realizzato secondo il concetto di Upcycling” e P iergiorgio Romano che è intervenuto sul progetto “Illuminazione della Chiesa di S.Cristina,
Sepino”.​

author
No Response

Leave a reply "L’appello dei Costruttori Sanniti: Trasformare le risorse in Cantieri e favorire il riutilizzo delle materie in edilizia"