Guardia di Finanza: sequestro per oltre 1 milione di euro.

L’ha eseguito la guardia di finanza a carico di Vincenzo Piccoli, 84 anni, di Sant’Agata dei Goti, presidente del Cda della Gosaf -sede legale a Montesarchio e base operativa a Sant’Agata dei Goti- , la società di riscossione dei tributi che, dopo aver operato in oltre cinquanta comuni italiani, dall’ottobre del 2014, dopo essere stata sequestrata, è guidata da un commissario giudiziario.

Peculato, questa l’ipotesi di reato contestata all’indagato – è difeso dall’avvocato Marcello D’Auria – nel decreto adottato dal Gip su richiesta della Procura. Nel mirino degli inquirenti le somme che non sarebbero state versate al Comune di Crispano, in provincia di Napoli, uno dei quattro Enti locali che si sono costituiti parti civili durante l’udienza preliminare.

Attenzione puntata, in particolare, su poco meno di 421mila euro incassati dal terzo trimestre 2013 al terzo trimestre del 2014 dopo il pagamento delle utenze idriche, e su 624mila euro e passa che non sarebbero stati resi disponibili nel conto di tesoreria comunale. In una nota a firma del procuratore Aldo Policastro si legge che allo stato sono stati ‘bloccati’ 50 rapporti bancari presso diversi istituti di credito e quote societarie riconducibili” a Piccoli “per circa 400mila euro.

author
No Response

Leave a reply "Guardia di Finanza: sequestro per oltre 1 milione di euro."