Altrabenevento, Corona all’assessore Reale ” Quando vuoi pronti al confronto pubblico”.

Per la seconda volta in pochi giorni l’assessore all’Urbanistica del Comune di Benevento interviene con insulti ed attacchi personali ad Altrabenevento per difendere il progetto proposto da una ditta casertana ed approvato dall’amministrazione, di una grossa costruzione sull’area dell’ex collegio La Salle attualmente utilizzata come Terminal Bus.
Reale, in linea con l’atteggiamento di tutti gli assessori di questa aministrazione che preferiscono offendere l’interlocutore per non confrontarsi sui fatti (vedi anche i recenti attacchi di Picucci e Orlando al centro per l’assistenza ai disabili) in questo caso specifico esprime anche il suo comprensibile disappunto perche il progetto piace a Mastella e Del Basso e Caro (e secondo lui anche il M5S) e le critiche arrivano solo da Altrabenevento.
Noi adesso vogliamo evitare la rissa verbale che serve solo all’assessore per intorbidire la
discussione. Stiamo ai fatti.
1) GALLERIA FERROVIARIA. Reale ci accusa di aver fatto disinformazione ma non può negare che solo noi abbiamo ricordato che sotto l’attuale Terminal Bus passa la galleria della ferrovia Benevento-Avellino. Infatti, nel progetto presentato dalla società Lumode di Gricignano d’Aversa (CE) non si fa riferimento (neppure nella Relazione geologica) a tale opera tuttora funzionante.
Non dicono Lumode e Reale come saranno realizzate le fondazioni (per costruire il vicino Istituto per Geometri sono stati utilizzati pali di cemento conficcati a 20 metri) e a quale profondità considerato anche che quell’area è stata riempita con macerie e terreno di riporto.
Reale si limita a dire che sulla galleria in passato sono stati costruiti altri edifici (pochi in verità) ma non dice che quello previsto dai casertani è enorme e con carichi consistenti. Comunque la sua è una strana argomentazione perché in passato sono stati autorizzati anche il ponte di Genova o la cementificazione dei torrenti, ma un amministratore “nuovo” come lui non può fare gli stessi errori di “quelli di prima”!
2) ALTEZZA dell’EDIFICIO. L’assessore all’Ubanistica ci ha apostrofato in malo modo perché
abbiamo detto che il progetto prevede 5 piani. Egli sostiene che invece i piani fuori terra sono tre perché due sono interrati. (Sembra una distinzione inutile ma non lo è per il calcolo delle volumetrie). In verità nella Relazione tecnica, all’ultima pagina, la LUMODE precisa che è previsto un parcheggio a livello TERRA e un parcheggio a livello PRIMO. Nelle planimetrie è indicato un solo piano SEMINTERRATO ma sono indicate anche le “quote” dei singoli livelli d’edificio. Si ​legge chiaramente (lo può notare anche l’assessore all’urbanistica che non è un tecnico) che il primo livello dell’edificio è a quota 151,1 metri sul livello del mare, lo stesso dell’attuale Terminal, mentre il tetto è a quota 168,30 metri. Quindi si prevede una altezza complessiva di metri 17,20.
Insomma, un bel mamozio! Se poi, come dice l’assessore ci sono anche altri due piani interrati, allora aumentano le nostre preoccupazioni per la profondità delle fondazioni rispetto alla sottostante galleria.
3) Le PREVISIONI del PUC. L’assessore all’Urbanistica si limita a comunicare che il progetto
casertano approvato da questa amministrazione è conforme al Piano Urbanistico Comunale. Ma si sbaglia perché la volumetria prevista è almeno il doppio di quella consentita. Il discorso è tecnico e vorremmo affrontarlo carte alla mano con un confronto pubblico con Reale e i suoi consulenti.
3) SPOSTAMENTO del TERMINAL. Reale conferma che non c’è alcuna delibera con la quale il consiglio ha deciso di spostare il Terminal vicino alla Stazione Centrale prima del Bando per il Piano Periferie. Per spiegare la sua personale idea, Reale ricorda il ruolo di Benevento al centro della via Appia in età romana è confonde l’Alta Capacità Ferroviaria con l’Alta Velocità. Per ora ci limitiamo a ricordare che in mezz’ora (tra le 7,30 e le 8,00 circa del mattino) arrivano in città 50 pulman con un totale di circa 2.500 pendolari che per l’80% vanno nella parte alta della città (Università, Scuole e Uffici).
Se il Terminal si sposta alla stazione centrale, come farà Reale a trasferire nella zona alta 2.000 pendolari in mezz’ora? Quale sarà l’impatto sul traffico e sull’inquinamento. Pagherà la ditta casertana i maggiori costi del trasporto urbano?
Il presidente Gabriele Corona

author
No Response

Leave a reply "Altrabenevento, Corona all’assessore Reale ” Quando vuoi pronti al confronto pubblico”."